I numeri UNO in Italia

per la CANCELLAZIONE PROTESTI

Facciamo una sola cosa dal 2009, anno della nostra fondazione,  aiutare i protestati a ritrovare la loro serenità e riprendere una vita normale

La AssoPro è un’Associazione Nazionale a Tutela dei Protestati senza fini di lucro costituita nell’anno 2009.

Ci poniamo come organo a tutela di chi è incorso in un incidente come il protesto di assegno o cambiale con l'obiettivo di tutelare le persone che hanno la sventura di imbattersi in questa problematica. 

 

Ci avvaliamo di un pool di professionisti  sull'intero territorio nazionale specializzati unicamente nella materia dei protesti di assegni e cambiali.

 

Un nostro consulente è sempre disponibile, 7 giorni su 7, gratuitamente, per offrirti la prima consulenza gratuita in materia al numero verde 800.144.793.

 

La AssoPro è regolata dalle norme contenute nel suo STATUTO e ha la sua sede legale in Piazza A. Capponi n.13 Roma.

 

COSA FACCIAMO

Cancellare il tuo protesto? Non ti preoccupare. Puoi farlo anche da solo.

Se sei una persona in difficoltà per colpa dei protesti e sei convinto che nessuno ti possa aiutare… ALLORA LEGGI QUESTA PAGINA FINO ALLA FINE E SCOPRIRAI CHE UNA SOLUZIONE C'È.

Sono Marco Foligno, Presidente della Assopro, c’è una cosa che in pochi sanno e che ti voglio raccontare. Per motivi personali che riguardano persone a me care, nel 2005 mi sono trovato ad affrontare il mondo dei protesti. 

Mi sono sempre occupato di consulenza per mediazione creditizia, ed è stato quindi normale che ci si rivolgesse a me nell'ambito familiare. 

Lì ho scoperto l'ingiustizia e i tranelli che si nascondono dietro un protesto. Dapprima l'essere trattati con disprezzo, poi la chiusura totale di tutti i rapporti bancari, anche quelli su base attiva e, infine, lo stuolo di truffatori e di tranelli burocratici che si nascondono dietro questa materia.

Forte di questa esperienza, e una volta studiato bene il campo capisco che è ora di intervenire affinchè nessun altro potesse subire gli stessi soprusi subiti dai familiari, così nel 2007, assieme ad altri professionisti del settore (avvocati e commercialisti) nasce Assopro, la prima e unica associazione in Italia a tutela dei Protestati.

Ora voglio fare una serie di affermazioni che DEVI ASSOLUTAMENTE SAPERE

  • Puoi cancellare i tuoi protesti da solo.

  • Puoi riabilitarti totalmente e tornare ad essere un soggetto finanziabile.

  • Non hai nulla di cui preoccuparti

Ora probabilmente, se sei finito qui ti starai orientando o già avrai visto diverse soluzioni al tuo problema on line. MA ATTENZIONE non tutte le soluzioni sono del tutto trasparenti e al giusto prezzo.

I casi sono due:

- O ti stanno rubando dei soldi

- O ti stanno prendendo soldi per un lavoro che potresti farti da solo senza dirtelo

Noi ti invitiamo a prestare molta attenzione nel fornire i tuoi dati a persone o strutture di cui non puoi avere riscontro;

 

Ecco qualche esempio:

  1. Una visura protesti costa pochi euro, noi la offriamo gratuitamente ai nostri iscritti. Diffida pertanto da chi ti fa richieste esose per semplici visure;

  2. Il pacchetto di visure per cattivi pagatori (CRIF, EXPERIAN, CTC) più la CAI (centrale allarmi interbancaria) le puoi ottenere gratuitamente rivolgendoti direttamente ai siti degli enti segnalanti, diffida da chi ti chiede denaro per queste visure;

  3. Diffidate dai siti web che apparentemente forniscono informazioni utili al protestato, perché tali dati sono incompleti e riportati da non professionisti. Il loro unico intento è catturare la Vostra attenzione per poi offrirvi servizi a pagamento inadeguati. Noi, prima di tutto, siamo a Vostra disposizione per una consulenza telefonica gratuita, 7 giorni su 7 al numero verde 800.144.793.

  4. Attenzione a chi si spaccia per professionista, ma non indica, sul proprio sito web, sede della struttura e Partita Iva e Codice Fiscale.

  5. Attenzione a chi non ci mette la faccia. 

Ecco la Check list

Ecco la check list e i documenti da raccogliere prima di procedere alla cancellazione protesti. 

 

Se hai subito solo uno o più protesti cambiali e possiedi i titoli cambiari originali protestati con le relative quietanze liberatorie puoi richiedere la cancellazione immediatamente rivolgendoti alla camera di commercio che ha levato i protesti.

Se hai subito il protesto di uno o più assegni devi assicurarti che siano passati almeno 12 mesi dall'ultimo protesto e di avere i seguenti documenti necessari per richiedere la riabilitazione.

Visura protesti ad uso riabilitazione aggiornata da richiedere presso un ufficio protesti di una qualunque Camera di Commercio 

1.

Fotocopia di un documento di riconoscimento e del codice fiscale del richiedente;

2.

Certificato di residenza;

3.

Modulo per istanza di riabilitazione da scaricarsi on line nel luogo di residenza.

4.

Contributo unificato di € 98,00 e marca da bollo da € 27,00

5.

Assegni protestati in originale o copie conformi all'originale

6.

Quietanze liberatorie autenticate da un pubblico ufficiale.

7.

 
 

le domande più frequenti

Ecco le domande più frequenti.

E' possibile cancellare i miei protesti cambiari?


Si, i protesti cambiari si possono cancellare. Se sei in possesso dei titoli originali puoi farlo anche prima che siano trascorsi 12 mesi.




Quali documenti servono per poter cancellare i protesti cambiari?


I documenti necessari per poter effettuare la cancellazione dei protesti cambiari sono: le cambiali in originale e le relative quietanze liberatorie.




Ho perso i titoli (cambiali o assegni) in originale e ho le quietanze liberatorie. Posso cancellare i miei protesti?


Si. Puoi farlo da solo rivolgendoti, dopo 12 mesi, dalla levata dell'ultimo protesto, al tribunale della tua residenza e procedere con la riabilitazione.




Ho perso le quietanze liberatorie ma ho i titoli (cambiali o assegni) in originale. Posso cancellare i miei protesti?


Si, ma con l'aiuto di un professionista. Chiamaci subito all' 800.144.793 per valutare il tuo caso o contattaci con la formin fondo al sito.




Non ho nè i titoli (cambiali o assegni) in orginale nè le quietanze liberatorie. Posso cancellare i miei protesti?


La strada si fa tortuosa. Se c'è una possibilità è quello di rivolgersi ad un professionista di fiducia. Chiamaci allo 800.144.793 o scrivici nella form in fondo al sito.




Che cosa sono la levata del protesto e la data di iscrizione del protesto?


La levata del protesto è la data in cui il Pubblico Ufficiale (in genere un Notaio o la Stanza di Compensazione della Banca d’Italia) eleva il protesto dell’assegno o della cambiale. La data della levata del protesto è indicata nella Visura Protesti rilasciata da una Camera di Commercio. La data di iscrizione è la data in cui la Camera di Commercio competente riceve dal Pubblico Ufficiale (Notaio o Stanza di Compensazione) la comunicazione di avvenuto protesto.




Posso ottenere la cancellazione dei protesti entro l'anno?


Purtroppo è possibile solo in caso di protesto cambiario, in caso di protesto di assegno bisogna attendere un anno dalla levata del protesto per poter richiedere la riabilitazione presso il Tribunale competente.




Posso fare il Decreto d’urgenza Ex art.700 per la cancellazione di assegni entro l’anno, di cosa si tratta?


Il Decreto d’urgenza è uno strumento possibile, ma che noi sconsigliamo per i seguenti motivi: costo eccessivo, tempi lunghi e risultato tutt’altro che sicuro.




Ho tutti i documenti. Come posso procedere da solo per cancellare il mio protesto cambiario?


Se possiedi tutti i documenti puoi tranquillamente cancellare i tuoi protesti da solo. Se hai bisogno di un aiuto abbiamo preparato una guida sempolice e dettagliata che ti spiega passo dopo passo come cancellare i tuoi protesti in autonomia ed ottenere la cancellazione. La guida redatta personalmente dai nostri professionista (che ha un costo di 99€) la regaliamo a tutti gli iscritti all'associazione. Il costo all'associazione è di € 49.00 una tantum e comprende le spese di spedizione. Inoltre l'iscrizione prevede una garanzia 100% SODDISFATTI O RIMBORSATI ovvero, se non otterrai la cancellazione ti rimborseremo l'intero importo versato.




Quanto tempo ci vuole per cancellare i protesti?


I tempi per la riabilitazione del protesto variano tra i 15 e i 30 giorni; successivamente si deve effettuare la cancellazione dei protesti presso le Camere di Commercio competenti che impiegano altrettanti 15-20 giorni per la cancellazione definitiva




Dopo la cancellazione protesti posso ottenere un finanziamento?


Dopo la cancellazione dei protesti è come se non fossero mai avvenuti.




E’ vero che avviene la cancellazione automatica dopo 5 (cinque) anni?


E’ vero che la Camera di Commercio cancella automaticamente il nominativo dopo 5 (cinque) anni dalla sua iscrizione, ma questo non vuol dire che lo stesso facciano le banche dati, quindi conviene sempre effettuare la cancellazione di propri protesti entro i 5 anni, mediante lo strumento della riabilitazione.




Posso aprire un Conto Corrente Bancario se protestato?


Non esiste nessuna legge che vieti l’apertura di un conto corrente anche in presenza di protesti. Ovviamente è opportuno ricordare che i rapporti di conto corrente sono rapporti tra privati e pertanto la Banca può decidere di non prevedere l’apertura di conti corrente per soggetti protestati. In questi casi ci si può rivolgere, come persone fisiche o ditte individuali alla Poste Italiane che con i prodotti Postepay Evolution, hanno risolto buona parte dei problemi. Esistono anche altre carte prepagate con IBAN in diversi nei maggiori Istituti di credito bancari, ma sempre e solo per persone fisiche. Per le società la cosa si complica perché ad oggi, in Italia, non esiste un prodotto che consenta di avere al 100% un conto corrente intestato a società protestata.





"Il successo non è mai definitivo, il fallimento non è mai fatale; è il coraggio di continuare che conta."

Sir Whinston Churchill

TESTIMONIANZE

di chi ha provato i nostri servizi

"Dopo diversi appuntamenti, fortunatamente mi sono imbattuto nella ASSOPRO che mi ha risolto il problema della mancanza dei titoli originali protestati. In 23 giorni sono stato cancellato."

GIORGIO / IMPRENDITORE / TIVOLI

“Non riuscendo più a rintracciare il beneficiario, ho contattato la ASSOPRO che mi ha consigliato di effettuare il deposito vincolato, cosi ho potuto cancellare il mio protesto di assegno."

MARIA / MANAGER / LODI

“Avevo solo le quietanze liberatorie, e il Tribunale di Roma non mi ha accettato la riabilitazione. Fortunatamente ho conosciuto la ASSOPRO che mi ha risolto il problema attraverso le copie conformi agli originali dei titoli protestati.."

VINCENZO / ARTIGIANO / ROMA

“Mi sono affidato alla ASSOPRO, 34 giorni e i miei protesti non comparivano più in Camera di Commercio."

ANDREA / FABBRO / BARI

ISCRIVITI SUBITO ALL'ASSOCIAZIONE

L'iscrizione all'associazione è un costo UNA TANTUM che sostieni una sola volta nella vita. Ti consente di essere assistito dai migliori professionisti del settore, di avere accesso ad una consulenza specializzata e di ricevere il MANUALE OPERATIVO PER LA CANCELLAZIONE DEI PROTESTI con il quale potrai procedere autonomamente alla cancellazione dei tuoi protesti, qualora in possesso di tutti i documenti. Il costo dell'Iscrizione è di soli € 49,00 e ti da diritto a:

  1. - MANUALE OPERATIVO CANCELLAZIONE PROTESTI (dal valore di € 110,00)

  2. - DUE ORE DI CONSULENZA SPECIALISTICA PRESSO UNA DELLE SEDI ASSOPRO (dal valore di € 300,00)

  3. - CONSULENZA TELEFONICA E SUPPORTO ILLIMITATO

 

Contattaci subito

P.zza A. Capponi 13

Roma, IT 00193

Numero Verde 800144793

info@assopro.org

© 2019 by A4B - Assopro Associazione a tutela dei protestati.